28 Giugno 2016

Martedì 28 giugno, h 22
LOU TAPAGE live

Conclusa la prima tranche internazionale di festival, tornano già da questo martedì, le rassegne di “Dal Mississippi al Po” sia a Piacenza, che in provincia.

Nella serata del 28, com’è stato per tutti i martedì del mese di giugno, con una coda che arriverà alla prima settimana di luglio, torna la musica live della rassegna “Bala Cui Ratt” organizzata da Fedro in collaborazione con il locale della celebre scalinata di Via Mazzini, nel centro storico di Piacenza. A partire dalle 22 si esibiranno i giovanissimi Lou Tapage, sei musicisti che, a dispetto della loro età, con la loro musica tengono in vita una tradizione ed una lingua molto antiche. La band, nata nel 2000 nel sud ovest del Piemonte con musicisti di una generazione precedente rispetto ai sei ragazzi che compongono i Tapage oggi, è portabandiera del folk rock occitano: la cui musica spazia dai balli popolari occitani alle arie irlandesi, dal cantautorato italo-francese alla musica celtica, il tutto legato da un proprio eclettico filo conduttore. Tutti i loro brani sono cantati in lingua occitana, o Langue d’Oc, che sopravvive in una piccola porzione del territorio piemontese, dove continua ad essere parlata non solo dagli anziani, ma anche, e Sergio, Niccolò, Chiara e gli altri, lo possono ben testimoniare. Negli anni i Lou Tapage, il cui nome in italiano suonerebbe “Il Chiasso” o “Il Frastuno”, hanno calcato senza sosta palchi italiani, francesi e svizzeri, con più di cinquecento concerti all’attivo e partecipando a festival quali Folkest, Bustofolk, Nubilaria Celtic Festival, Tavagnasco Rock, Colonia Sonora, Balla coi Cinghiali, Estivada, Hestiv’ Oc, Taranta Power di Badolato e molti altri. Per tre volte sono stati ospiti al Capodanno Celtico a Milano presso il Castello Sforzesco, in cui hanno potuto aprire i concerti di Hevia e dei Kila. Hanno suonato all’auditorium Rai di Torino in apertura del concerto di Eugenio Bennato, per le Olimpiadi di Torino 2006 ed in Piazza Castello a Torino per i 150° dell’unità d’ Italia. Finalisti del 1MFestival 2014 e del Capitalent di Radio Capital 2014.

La rassegna “Bala cui Ratt” si concluderà martedì 5 giugno, con una serata ibrida di musica e letteratura: il giornalista Roberto Caselli presenterà il suo “La storia del Blues” accompagnato dalla chitarra di Francesco Garolfi.
In settimana proseguiranno poi le rassegne “Fahreblues”, mercoledì sera alla libreria Fahrenheit 451 di Via Legano ci sarà un incontro con Marco Ballestracci, seguito dal live dei Rab4 di Seba Pezzani, “I Libri del Bar Sport”, con Felice Gimondi giovedì sera a Castell’Arquato e “Not(t)e di Blues sul Po”, sabato sera a Monticelli d’Ongina con il concerto di Amanda Tosoni & Andrea Caggiari.